UNIVERSE VIRTUAL
 ART GALLERY

Click here to edit subtitle

U N I V E R S E   V I R T U A L   A R T   G A L L E R Y


Galleria d'Arte Virtuale


ESPOSIZIONI PERSONALI E DI GRUPPO di PITTURA, GRAFICA, SCULTURA e FOTOGRAFIA

gratuite ed attraverso selezione artistica


Direttore Artistico:  Bruno Pollacci


 [email protected]

Il pensiero della critica d'Arte SANDRA LUCARELLI ed una poesia dedicata alle opere di questa mostra della poetessa ed artista ELENA NUTINI

BRUNO POLLACCI  nell'educare la mano sinistra ad obbedire  alle proprie coordinazioni  cerebrali , cosi  si narra e racconta,  navigando dentro  al potenziale delle proprie espressività. 
Nei soggetti che ha scelto,  dopo la sua caduta e la frattura del braccio destro, c'è la condivisione di una similitudine esistenziale che difende le sue cadute dentro ai fatti ed alle vite delle creature sofferenti, per un comune disagio e partecipazione del cuore.
Così quei volti dei senzatetto , che sfidano la vita o l'ultimo indiano d'America rimasto a proclamare l'autodeterminazione  del suo popolo, non sono altro che la proiezione di un'empatia. 
Mi vengono in mente le parole di una canzone di Laura Pausini:
" la tenerezza di essere simili,la meraviglia di essere simili ..." e poi il testo prosegue: " Chi vola impara a sfottere le sue cadute  come a difenderle..."
Bruno volendo esororcizzare la paura di precipitare  e continuare a volare, come sempre ha fatto, impara e sorride, usando la sinistra in modo magistrale e ritraendo i suoi soggetti in difficoltà con lo stupore e la meraviglia di essere simili, trattando ogni materia con tenerezza e difendendo ogni sua qualità senza perdere nulla,  anzi, aggiungendo l'arte all'arte, la bellezza alla bellezza!
Questa è la meraviglia che esorcizza la rabbia degli eventi avversi perché, ogni nostra caduta,si muti e trasformi in un nuovo angolo di cielo per volare.

Sandra Lucarelli

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mai stanca

la mano del cuore

tesse

la trama e l’ordito dei volti

coi fili aggrovigliati della vita.

Solo negli occhi lascia

sottili smagliature

l’anima.

Elena Nutini

PER VISITARE LA MOSTRA CLICCARE SU PHOTO GALLERY


Bruno Pollacci

"Sinistre Rivela(rt)zioni"

Opere realizzate con la
mano sinistra

6 - 31 Gennaio 2018

Mostra n° 10

Nell'Ottobre 2017, a causa di una caduta, mi sono procurato brutte fratture multiple e scomposte al polso destro, e dopo aver ricevuto ripetutamente "lapidarie"dichiarazioni mediche che "non sarei più tornato come prima", preoccupato non solo della mia autonomia nell'esercizio delle azioni della quotidianità, ho iniziato ad educare da zero la mia mano sinistra nell' attività grafica, iniziando un percorso mai vissuto prima in 40 anni di professione artistica. Prima che mi fosse tolto il gesso ed anche il seguente "tutore rigido" al braccio destro, e tentare timidamente di riprendere a disegnare con la mano destra, ho realizzato con la mano sinistra 28 opere a penna, sanguigna e seppia, con le quali ho pensato di allestire un'esposizione per fissare questo particolare, doloroso e difficoltoso momento della mia vita, ma anche a testimonianza del mio indomito amore per l'arte che con passione mi ha fatto affrontare questa nuova prova come una nuova esperienza ed avventura esistenziale, interiore ed espressiva

BRUNO POLLACCI


Pittore, Grafico, Scultore, Fotografo, Bruno Pollacci è nato a Lucca nel 1954, ha conseguito il Diploma di Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Statale di Lucca ed ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze.

Ha iniziato l'attività professionale artistica nel 1968. Sue opere figurano in Musei nazionali ed internazionali.
Dal 1969 ha tenuto mostre personali e collettive in oltre 36 Nazioni ed ha ricevuto premi e riconoscimenti nazionali ed internazionali. Ha curato programmi radiofonici e televisivi d'Arte e Cultura. Ha operato come grafico pubblicitario, vignettista ed illustratore.
Nel 1978, fonda l'Accademia d'Arte di Pisa, che tutt'ora dirige e nella quale insegna Pittura e Disegno.
Nel 1979 realizza, in bronzo, il Monumento per L'Anno Internazionale del Bambino, collocato a Trassilico (Gallicano - Lucca).
Nel 1984 è stato tra i fondatori dell'Associazione Provinciale Artisti Pisani, della quale è stato Presidente fino al 1999.
Nel 1987 è stato tra i fondatori del gruppo "AS.AR.ES" - Associazione Artisti Estemporanei, gruppo con il quale ha operato anche in performances.
Nel 1989 fonda l'"International Mail Art Archive", iniziando l'attività artistica nel circuito internazionale della "MAIL ART" come autore ed organizzatore.
Sempre nel 1989 fonda il Bollettino Artistico "Idea Fuggente" che ha diretto fino al 1999.
Nel 1990 inizia la sperimentazione nell'ambito dell'"Elettrografia".
Nel 1992 gli viene conferito il Premio Internazionale "Europa" per le Arti Figurative.
Nel 1994 inizia la sperimentazione nell'ambito della "Computer Art" ed una sua opera viene inserita nella collezione del "Museo Internacional de Electrografia" di Cuenca (Spagna), unico museo al mondo del settore specifico.
Nel 2003 gli viene conferito il Premio Nazionale "Cris Pietrobelli" "Alla Carriera".

Nel 2017 viene invitato a rappresentare l'Italia artistica ad “Italiart: Festival delle Arti Italiane” a Digione - Francia, con una mostra personale.


http://brunopollacci.jimdo.com

[email protected]

3405558048


LE RAGIONI DI QUESTO SPAZIO ESPOSITIVO VIRTUALE


Fin dalle prime avvisaglie delle "crisi economiche" degli anni '70, l'organizzazione di mostre personali e collettive "fisiche" ha comportato e comporta, almeno nel 90/95% dei casi, la richiesta di denaro per coprire le spese di gestione degli spazi espositivi (gallerie d'Arte, Associazioni Culturali, Spazi Espositivi Pubblici) creando gravi difficoltà agli artisti e non permettendo, di fatto, ai gestori degli spazi espositivi, di organizzare esposizioni con quella totale libertà di selezione che sarebbe opportuna e necessaria per mantenere livelli di qualità almeno professionali, in sintonia con i concetti di "Arte" e "Cultura". Si è quindi creato un sistema che ha favorito l'esposizione indiscriminata di operatori in grado e disposti a sostenere il "ricatto" dell'esposizione solo dietro pagamento, ma non rispondenti ai più elementari canoni di professionalità artistica, penalizzando preparati e talentuosi artisti non in grado o non disposti al pagamento. L'Artista è colui che con il suo complesso lavoro, frutto di conoscenze tecnico/artigianali e genio creativo, offre il bene primario dell'"opera d'Arte" e la sua opportunità di condivisione con il pubblico non deve essere condizionata dall'esborso di denaro (qualunque ne sia l'entità) ma solo attraverso serie e qualificate selezioni professionali, e le eventuali spese di gestione degli organizzatori e gestori di spazi espositivi devono essere coperte utilizzando fonti alternative a quelle degli artisti (sponsor pubblici e/o privati, donazioni, crowfounding, vendite promozionali a scopo, ecc.). Inoltre negli ultimi anni è andata scemando sempre più la frequentazione degli spazi espositivi (per pigrizia, superficialità, disinteresse, mancanza di rispetto e considerazione per l'operato artistico), fino a garantire solo piccoli manipoli dei soliti amichevoli frequentatori ed esclusivamente nelle poche ore del giorno inaugurale, vanificando oggettivamente tutto il lavoro creativo investito da mesi (o anni) in funzione della mostra e tutto il suo composito impegno organizzativo (incorniciatura opere grafico/pittoriche e basi per sculture, progettazione, composizione e stampa di brochure e locandine, pianificazione pubblicitaria, comunicati stampa agli organi d'informazione cartacea e web, allestimento mostra, cocktail d'inaugurazione, disallestimento, trasporto opere a/r). In conseguenza a queste problematiche l'artista è sempre più sottoposto a stress, sfiducia, delusione, demotivazione, fino ai casi più gravi di abbandono delle attività espositive e/o abbandono della stessa attività artistica, disperdendo di fatto valori e potenzialità preziose, in grado di ingentilire e qualificare l'iter esistenziale della stessa Umanità, che da sempre, grazie all'Arte, ha potuto godere vei valori assoluti del "bello", della fantasia e delle intuizioni creative dell'Uomo. Per queste ragioni è stato ritenuto necessario ed opportuno creare "UNIVERSE VIRTUAL ART GALLERY", spazio espositivo alternativo che dedica il suo "ambiente" interamente ed esclusivamente all'artista o al gruppo di artisti in mostre temporanee come quelle "fisiche", ma in modo completamente gratuito ed utilizzando lo strumento della selettività meritocratica, quindi attraverso l'identificazione di oggettivi valori di professionalità tecnica ed espressiva. In più garantendo una visibilità anche a livelli internazionali potenzialmente illimitata, grazie alla facile diffusione del link alla mostra in corso, pubblicizzabile con un semplice click su tutti i "social", nelle mailing list ed in tutti gli spazi fisici e virtuali che si desiderano utilizzare per condividere l'evento. Benvenuti e buona visita.


La Direzione